London Calling

Stasera alle 20 i Radiohead fanno un live set in un negozio di dischi a Londra.
Johhny dice pure, per girare il coltello nella piaga:

Hope you can make it – should be….interesting. Us being us, we’re taking far too many instruments…..

Ovviamente tutto annunciato al volo oggi.
Ci sarà il webcast, ma cavoli, quanto vorrei essere lì!!!

200 giorni esatti

Alle 16 circa i Radiohead annunciano di punto in bianco sul sito le prime date del tour europeo e aprono la vendita dei biglietti.
Alle 17.50 il sottscritto ha già in casella la mail che conferma il pagamento di 45 sterline e moneta per un posto prato, il 18 Giugno 2008, all’Arena Civica di Milano.
I cancelli aprono alle 18.
Ripeto per chi non avesse capito: TRA 200 GIORNI CI SONO I RADIOHEAD LIVE A MILANO!!!!

Radiohead webcast

Alla fine c’è stato.
Ed è andato quasi tutto bene (a parte l’audio saltato nell’ultima parte)
Che dire: non nuovi a queste cose, lo fecero in piccolo già per amnesiac.
Ma farlo per 3 ore, con pezzi live, video preregistrati, i djset, le cover (e che cover!), è oltre.
E sembra che potrebbe non essere un pezzo unico.

Top su tutto:

    L’inizio: Bodysnatchers, che anche dal vivo si conferma un capolavoro. Tremo a quando la faranno live davanti ai miei occhi con X mila persone a saltare e cantare “I’ve seen it coming”
    Il “minivideo” dell’inizio di 15 step missato sul finale di Seven. E nella scatola stavolta c’è la testa di Thom, che canta.
    La cover di Unravel, riproposta dalla sera prima, ma sempre grandiosa
    Il djset di Thom: a me l’elettronica piace, che ci devo fare…

Qui una scaletta completa
E comunque tutto. Tre ore spese alla grande!

Tonight live

I Radiohead sono impazziti.
Stasera/stanotte gira la voce che ci sarà un live webcast sul loro sito, probabilmente un set live con le canzoni di In Rainbows.
Come lo sappiamo?
Ieri notte sempre sul sito son passati due video, annunciati con pochissimo anticipo sul blog: uno con Thom che fa DJing estremo e uno con la cover di “Unravel” di Bjork
Dopo aver dato un colpo al retail musicale (checchè ne dica il Corriere), che obiettivo hanno ora?