Gli anni di Drazen Petrovic – Pallacanestro e vita

Avete presente “Gli Anni” di Max Pezzali? La parte più famosa della canzone è un elenco (Gli anni d’oro di che belli erano i film, Gli anni dei Roy Rogers come Jeans…).
Ecco, questo Gli Anni di Drazen Petrovic ha in comune due cose: il fatto di essere un elenco e il fatto di citare un “Grande Real”, ovviamente il Real Madrid, uno di calcio e l’altro di basket.
Il fatto della lista invece è più sottile: il bel racconto di Olivari ha il suo elemento chiave nel presentare nel dettaglio ogni evento, quasi ogni partita di Petrovic. Il ritmo quasi metronomico con cui si snocciolano gli eventi aiuta a seguire nel dettaglio la carriera incredibile di un giocatore che già a 18 porta da leader il club di casa sua (il Sibenka) allo “scudetto sul campo” (come direbbe qualcuno) e, spostatosi al Cibona, a 20 e 21 anni una incredibile doppietta in Coppa dei Campioni.
Un fenomeno, uno dei grandi della pallacanestro, del quale proprio grazie questa elencazione maniacale aiuta a comprendere il lato più umano: il libro parla delle partite di Petrovic perché Petrovic è le sue partite, i suoi allenamenti, pallacanestro. Non si può scindere l’uomo dal giocatore perché non esiste Petrovic senza pallacanestro. Un dedicarsi totale, quasi monastico, con la mente sempre sulla prossima partita.

A differenza della canzone citata all’inizio, non è un libro nostalgico, o meglio, lo è solo nelle interviste finali: Olivari riesce bene a trasmettere la grandezza del giocatore anche a prescindere dall’epoca e dallo stile di gioco. Non è neanche un libro che vuole costruire a tutti i costi un personaggio: siamo lontani dalla retorica di Once Borthers, che viene messo al suo posto, senza diminuirne la potenza evocativa ma ribadendo che è più un racconto su Divac e sul suo punto di vista che una descrizione fedele dei fatti.

Il complemento ideale è Youtube: ci sono molti spezzoni di partite (o partite intere), highlights, discussioni.
Tra tutti, ho scelto una clip sugli anni al Cibona, forse il vero picco massimo di onnipotenza.

Un libro necessario per capire un giocatore e un’epoca del basket europeo.