Sette brevi lezioni di fisica

Sette brevi lezioni di fisica è un caso editoriale di un anno e rotti fa che ho letto solo ora, in un paio di sere. Partito come mattone in una collana, è diventato un best seller da mezzo milione di copie, un’enormità per un libro di questo tipo.
Il titolo è autoesplicativo: Carlo Rovelli, fisico italiano, condensa in 7 piccoli pezzi da una dozzina di pagine l’uno 7 concetti chiave della fisica moderna. La trattazione è molto semplice, a chi ha una formazione scientifica universitaria in alcuni casi sembrerà addirittura troppo semplice, ma ha il pregio di essere cristallina e scorrevole. E, fidatevi, da metà in poi questa semplicità la apprezzerete, perchè capace di distillare concetti molto complicati in esempi semplici e comprensibili.
I temi toccati partono dalla relatività e arrivano ai quanti e alle particelle; è un’ottima introduzione sui temi della fisica “alta”, che, se vi affascina, può ad esempio proseguire con il grande classico “Dal Big Bang ai buchi neri” di Hawking.