MK808, ovvero Android sul TV

Antefatto: a giugno/luglio inizio a pensare a come impostare il sistema multimedia/Internet di casa. Dopo varie pensate, e lunghe consultazioni in chat con @gioganci, giungo all’idea definitiva: Modem Adsl che supporti Samba e abbia porta USB per attaccarci disco da 2,5”, clienti vari presenti già sui cellulari e tablet della famiglia e, da collegare alla televiosione, un bel mediaplayer, non avendo una smart tv ma “solo” un bel Samsung FullHD.
Al primo momento mi innamoro del WDTV live, ma non mi convince mai fino in fondo; tutti sono soddisfatti per la parte di riproduzione video, ma vorrei qualcosa che possa fare qualcosa di più, ad esempio permettermi di vedere i molti video on line su siti come TED, You Tube, Rai.TV. E magari anche qualche, ehm ehm, streaming via SopCast. Insomma, ci vogliono le app. E quindi, ci vuole Android.
Inizio a guardarmi intorno tra vari mediaplayer e scopro che:
a) il mercato è molto florido, con molte offerte.
b) in Italia si importa pochissimo.
c) se voglio qualcosa di recente (diciamo Android 4.0 o più) devo rivolgermi alla Cina, acquistando da lì.
E qui si chiude l’antefatto.

Il 16 novembre mi decido e dopo innumerevoli ricerche ordino questo da Aliexpress.com, branca di Alibaba.com, il più grande portale di ecommerce cinese su internet.
Alla fine, convertito in euro, mi è costato 66€, spedizione compresa.
Il primo ordine viene bloccato: al sito non piace che la mia carta di credito, il mio indirizzo di fatturazione e l’indirizzo di spedizione siano in tre luoghi differenti. Ergo mi bloccano l’ordine per sicurezza e mi chiedono chiarimenti.
Hanno ragione (in effetti io non ho usato l’opzione giusta per indicare che volevo spedizione e fatturazione sperati), e in generale lo trovo un atteggiamento positivo: con il terrore che c’è ancora adesso di “vedersi rubati” i dati della carta di credito, l’idea che ci sia un controllo di coerenza sugli ordini mi tranquillizza.
Sistemata la cosa in 4-5 giorni con una scansione e due mail, il mercoledì successivo rifaccio l’ordine e in una settimana neanche il prodotto mi arriva a casa.
Nota: spedizione via DHL completata in 5gg lavorativi esatti, la posta normale prende più tempo, pare fino a 30 gg, nessuna imposta pagata in dogana.

L’oggetto: è un aggeggio delle dimensioni di tre pacchetti di chewing gum, con lettore di MicroSD, una uscita HDMI, 2 porte USB (una OTG, e sulla sua importanza ci torniamo dopo) e una per l’alimentazione.
Nel kit da me ordinato è compresa anche un telecomando/tastiera/touchpad.
La scatola è completa di alimentatore e tutti i cavi necessari (cavo HDMI e cavo USB-OTG) e c’è pure l’adattatore da spina US a spina italiana.

L’esperienza: il sistema si avvia non appena si collega la corrente (non ha switch).
Si immettono i dati della Wi-Fi, i dati dell’account Google e molto in sintesi, vi troverete davanti un tablet Android, controllato dal telecomando.
Stessa interfaccia (nello specifico questo MK808 ha Android Jelly Bean 4.1.2), stesse opzioni, stesso Play Store.
La sensazione è quella che hanno provato gli impavidi che han provato a collegare un mouse bluetooth al proprio cellulare: si torna a selezionare le icone con il puntatore e a cliccare. Strano, ma comodo.
L’esperienza d’uso è quindi quella di un normale terminale Android: ci son tutte le applicazioni di Google, c’è Gmail, ci sono tutti i dati a disposizione nel nostro profilo Google (contatti, calendario, file, foto, musica).
Se devo muovere un commento, il software potrebbe essere più “pulito”: ci sono ad esempio 2 menù separati per le impostazioni, quello classico di Android e uno customizzato dal produttore che fanno le stesse cose, ci sono 4 video player diversi, ci sono già installate alcune App (Facebook, Twitter e altre cose, alcune anche in cinese).
Io, da purista, preferirei sempre ricevere un sistema “pulito”, con installato il minimo numero di applicazioni necessario e scegliere poi io le mie preferite. Ma io sono un nerd 🙂

Installato l’essenziale ES Gestore File, il mio file manager Andorid preferito, sono andato ad aprire i file video che ho sul NAS.
E funziona. Funziona. Fa proprio quello che deve fare: si clicca sul file e dopo qualche secondo di buffer si vede a tutto schermo.

Tutto bello? Ni 🙂

Perchè provando a fare streaming di un mkv a 1080p, sorgono i primi problemi: la capacità di ricezione del wifi non è eccezionale e specie se come me siete a 10-15 metri dall’Access Point, con in mezzo 3-4 muri, il bitrate dell’mkv non si riesce a tenere.
E’ qui che entra in gioco la porta USB OTG: se quell’Mkv lo mettete su un disco USB e lo collegate al lettore, funziona tutto benissimo.
Non escludo che in situazioni migliori dal punto di vista logistico, più vicine e/o con meno muri, si riesca comunque anche a fare streaming anche via Wi-Fi.

Stessi risultati anche con le varie APP di streaming video: mettersi sul divano e vedersi un Ted Talk, in ottima qualità video e con i sottotitoli, o una bella playlist di video NBA anni ’80 da Youtube ha il suo perché. Qui peraltro anche i video in HD vanno senza problemi (ovviamente il loro bitrate non è comparabile agli mkv, ma la qualità è molto buona).

Anche la navigazione funziona bene, ma in generale i siti “ottimizzati” per essere visti sulla tv sono pochi e quindi, siti di video esclusi, non mi ci sono concentrato tantissimo.

Hacking: tra i vari modelli, la scelta è caduta sulla MK808 per il grado di supporto offerto dalla comunità. Ci sono alcuni forum, quali FreakTab e ArmTvTech che ospitano comunità molto attive di modder e sviluppatori. Io non ho ancora iniziato a smanettare, ma spero di farlo nelle vacanze di Natale perché le possibilità sono molto interessanti, come l’eliminare la barra di stato e la tastiera a video, il gestire meglio lo spegnimento e il montaggio/smontaggio dei vari dischi USB e di Rete e il “pulire” il sistema dalle app meno utili.

Il telecomando, compatibile anche con i PC, è poi storia a sè. Comodo, preciso, è proprio l’ideale per questi utilizzi ibridi, dove a semplici comandi Play, pause e volume dati con i bottoni dedicati si inserisce il bisogno di avere una tastiera fisica, ad esempio per fare una ricerca su youtube, senza dover impazzire con il touchpad e la tastiera a video.

In conclusione, per 66€ il value for money è altissimo, e secondo me vale tutti i rischi di un acquisto “dai cinesi”.
Non è una periferica “plug and play”, perché comunque ci vuole un po’ di tempo a capire bene come fare alcune cose e soprattutto a trovare la via più rapida per farle, ma penso sia dovuto più a una abbondanza di funzioni offerte che a una difficoltà di utilizzo (se avete un cellulare Android vi sentirete abbastanza a casa).

Promemoria: i commenti servono anche per le domande!

Update:
Ed eccovi pure qualche immagine della chiavetta e di un paio di app (TED e Gamepass) in funzione